Venezia Gondola fra le Calli. Lunga 11 metri, Gondolieri vogano in piedi…


Questo è un emozionante video che ho girato durante una delle mie piacevolissime visite in quel di Venezia città che certo è una meraviglia del mondo, vi invito guardarlo e se vi piace iscrivetevi al mio canale Youtube :-).
La meraviglia delle gondole che gli esperti gondolieri guidano pagaiando con destrezza fra le calli della città sull’acqua.
La costruzione di una gondola richiede solitamente più di un anno.
Lunga all’incirca 11 metri e asimmetrica, con il lato sinistro più largo del destro, può essere condotta da uno a quattro rematori che vogano alla veneta, cioè in piedi e rivolti verso la prua, e con un solo remo (distinguendosi cosi dalla voga “alla valesana”).
Il lungo remo è manovrato appoggiandolo ad una sorta di scalmo libero denominato fórcola, che si inserisce nel suo apposito alloggiamento e viene sfilato dopo l’uso.
Il ferro di prua
L’asimmetria serve a semplificare la conduzione a un solo remo.
Il tipico pettine o ferro di prua (in veneziano fero da próva o dolfin) ha lo scopo di proteggere la prua da eventuali collisioni ed anche come abbellimento, la sua forma ha tradizionalmente il significato di rappresentare i sei sestieri di Venezia (i sei denti rivolti in avanti), la Giudecca (il dente rivolto all’indietro) e il cappello del Doge, l’archetto sopra il dente più alto del pettine rappresenta il Ponte di Rialto, infine, la “S” che parte dal punto più alto per arrivare al punto più basso del ferro rappresenta il Canal Grande. In quello di alcune gondole di recente costruzione sono presenti anche tre rifiniture – una sorta di ricami detti foglie posti tra le sei barrette anteriori – che rappresentano le tre isole più importanti tra quelle delle laguna veneta, ovvero le isole di Murano, Burano e Torcello.
Il ferro di poppa, molto più piccolo di quello di prua e con funzioni principalmente di protezione dagli urti si chiama rìsso.
Nonostante la lunghezza, la gondola è estremamente maneggevole, grazie al fondo piatto e alla ridotta porzione di scafo immersa, e può essere manovrata anche in spazi angusti. Le manovre richiedono però una notevole abilità da parte del conduttore, detto gondoliere, che deve essere dotato di un senso dell’equilibrio molto sviluppato in quanto la posizione di voga all’estremità della poppa è assai instabile.
Per evitare scontri, vi è l’usanza di avvertire a voce quando si svolta in un rio stretto e i tipici richiami òhe sono divenuti un elemento caratteristico della città. (Wikipedia)

Annunci

Lascia un Commento / Please leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: